CHIAMACI 081 7755318 - 335 6128394 - 349 1477791
DONA ORA
progetto-la-creativita-che-sballa-associazione-compagni-di-viaggio-onlus

Progetto La creatività che sballa

A che serve la Rete tra le associazioni, le persone, le istituzioni…?

Serve a realizzare un nuovo progetto:

La Creatività che Sballa

Compagni di Viaggio, più l’associazione V.O.L.A., più il CSV di Napoli, cofinanziatore attraverso un bando di idee… ìmmettono in campo una nuova piattaforma interattiva ludica e formativa per i ragazzi delle scuole superiori.

Per evitare che si perdano in qualche buco nero tipo quello che ti porta dritto e spedito tra le braccia del signor HIV, o del signor HCV (AIDS ed Epatite C, per dirla chiara e semplice).

Lo avrete capito…a Noi piacciono tanto le parole anglosassoni! 🙂

Empowerment per esempio
empowerment significa:
processo che permette ai singoli e ai gruppi di accrescere le proprie capacità di controllare attivamente la propria vita.

Il Progetto La Creatività che Sballa

Vuole raggiungere questo ambizioso risultato. Accrescere la capacità dei ragazzi di controllare attivamente la propria vita. Senza rinunciare al divertimento… al gioco… all’esplorazione di se… del mondo… dell’altro…
senza rinunciare alla conoscenza…

Cosa faremo, come faremo, dove faremo, quando faremo

Una breve premessa: Dal 5 giugno 1981, data ufficiale che segna l’inizio dell’epidemia dell’AIDS ad oggi.

Cosa è cambiato??? Nel mondo occidentale alcune cose… per esempio l’idea molto diffusa che la malattia non esiste più, perché ci sono delle bellissime pillole che ti guariscono 🙂

Ma è veramente così??? Secondo la WHO ( organizzazione mondiale della sanità) invece al momento non si guarisce dall’HIV o dall’AIDS e non esistono vaccini.

L’infezione da HIV porta all’AIDS ed, alla fine, al decesso. Tuttavia nei paesi occidentali la maggior parte dei pazienti sopravvive per molti anni dopo la diagnosi grazie alla disponibilità sul mercato della terapia antiretrovirale ad elevata attività (Highly Active Antiretroviral Therapy o HAART [18].)

In mancanza della HAART, il passaggio dall’infezione da HIV all’AIDS si verifica in un arco di tempo che va dai nove ai dieci anni e il tasso medio di sopravvivenza dopo che si sviluppa l’AIDS è di 9.2 mesi (Morgan e altri, 2002b).

Gli amici di VOLA spiegheranno ai ragazzi durante il decorso del progetto che durante le attività dell’HAART la vita è veramente sgradevole… gli antivirali e l’interferone hanno molti effetti collaterali, tra cui la depressione… e che in occidente il signor HIV diventa tuo amico inseparabile quasi sempre in due soli modi: avendo comportamenti sessuali a rischio e senza fare uso del preservativo facendo uso di sostanze stupefacenti …e poi …

Dalla relazione del 2006 al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia , è emerso che l’uso di sostanze illegali riguarda il 30% dei giovani adulti (15-34 anni): la droga più diffusa è la cannabis seguita da cocaina, solventi, ecstasy, allucinogeni, anfetamine, oppiacei. In particolare preoccupante è la crescente diffusione di quelle droghe che prima raggiungevano solo dei consumatori di elite, in particolare la cocaina e i cosiddetti popper, mentre adesso sembrano essere a disposizione di una grande fetta di popolazione compresi i giovanissimi. Negli ultimi dieci anni il numero di minori che si è avvicinato alla droga e ad altre sostanze tossiche è aumentato dell’ottanta per cento. Oggi si stima che un quattordicenne su quattro faccia uso di cannabis, alcol, cocaina, LSD ed ecstasy, più o meno abitualmente. In Italia un tempo fare uso di sostanze stupefacenti era sinonimo di emarginazione sociale, oggi purtroppo ha assunto connotato sociale positivo. La droga frequentemente è mezzo di aggregazione sociale e si insinua in ogni strato sociale e culturale soprattutto fra gli adolescenti. Spesso la famiglia e la scuola non sono preparate ad affrontare con i giovanissimi un discorso chiaro ed esauriente sull’argomento e questa carenza d’informazione lascia un vuoto pericoloso in cui il mercato della droga si insinua con successo. Gli esperti del settore già da tempo hanno dimostrato che l’assunzione di sostanze stupefacenti corrisponde alla diminuzione dell’uso del preservativo e a minori capacità di rifiutare il rapporto se il partner non vuole usare il preservativo. sempre più persone (oltre il 50%) scoprono di essere sieropositive a ridosso della diagnosi di malattia conclamata. Questo fenomeno rappresenta il chiaro segnale di una bassa percezione del rischio, soprattutto fra chi si infetta per via sessuale. Valutare il grado di conoscenza dei giovani relativamente all’infezione da HIV e alle sue modalità di trasmissione, è stato l’obiettivo principale di molte ricerche condotte in Italia (Avio et al; Spizzichino et al, 2005). Altri studi, invece, si sono occupati di reperire informazioni sui comportamenti sessuali della popolazione giovanile (Bonino et al, 2003). Un recente studio condotto in diversi paesi e pubblicato sulla rivista Bmc Health rileva la tendenza tra i giovani europei tra i 16 e i 35 anni a usare la droga con finalità connesse al sesso, ed è risultato che più aumentano le condotte di consumo più sono presenti comportamenti sessuali a rischio.

Progetto La Creatività che Sballa. Cosa Faremo.

La prevenzione del disagio e il potenziamento dell’empowerment saranno perseguiti attraverso la promozione delle capacità creative all’interno di un percorso ludico-formativo, che sarà occasione per i giovani studenti di esperire le proprie potenzialità e competenze, al fine di rafforzare capacità che li rendano soggetti attivi in grado di esprimere ed esercitare una volontà, sia nei confronti di se stessi sia nei confronti del proprio ambiente sociale, che troppo spesso offre scenari desolanti impregnati di bullismo, modelli comportamentali delinquenziali, abuso di sostanze stupefacenti, indifferenza.

Compagni di Viaggio coadiuva e contribuisce allo svolgimento di tali attività creative e allo stesso tempo formative, mettendo a disposizione le sue risorse per la realizzazione di laboratori creativi, per la promozione dell’utilizzo delle tecnologie informatiche e per la realizzazione di eventi promozionali e di diffusione del progetto.

Progetto La Creatività che Sballa. Come Faremo.

1) Sportello per il colloquio con lo psicologo

L’ascolto psicologico a scuola non si propone obiettivi di diagnosi e cura, data la particolarità del contesto in cui si svolge, bensì ha come obiettivi quello di:

  • Fornire ai ragazzi, genitori e insegnanti una possibilità di ascolto, di orientamento e di sostegno non giudicanti;
  • Favorire le relazioni interpersonali e facilitare i momenti di elaborazione e di integrazione tra docenti, alunni e famiglie;
  • Ricercare e analizzare le situazioni di disagio presenti nella scuola per poter offrire agli alunni un aiuto a gestire consapevolmente i propri problemi.

2) Incontri mensili di discussione di gruppo

Obiettivi

  • Sollecitare riflessioni e dibattiti sull’immaginario collettivo giovanile intorno alle droghe e le personali esperienze dei ragazzi a riguardo;
  • Valutare l’andamento delle attività del progetto, l’indice di adesione e gradimento;
  • Valutare il grado di conoscenza acquisito durante le attività svolte attraverso somministrazione di questionari;
  • Organizzazione di eventi di piazza per la diffusione e la promozione del progetto.

3) Laboratori del divertimento responsabile

Lo scopo è quello di sensibilizzare i ragazzi sul tema della prevenzione alla droga e ai comportamenti sessuali a rischio di contagio hiv, attraverso attività artistico-ricreative.

Laboratorio teatrale
Il percorso proposto nel laboratorio costituirà un momento di crescita basato sul conseguimento di una maggiore consapevolezza di sè, anche dei propri limiti, per imparare ad accettarli e a superarli.

Obiettivi

  • – Acquisire gli strumenti per sviscerare e rendere convincente l’espressività del corpo e della propria emotività attraverso la sperimentazione di improvvisazioni, studio di scene, approccio al personaggio etc.
  • Favorire la socializzazione tra pari, docenti e operatori in un vero e proprio viaggio creativo che accresca l’empowerment del singolo, cosi’ come del gruppo;
  • Realizzazione di uno spettacolo a fine laboratorio.

Laboratorio fotografico
Partendo dalla costruzione di un fotomontaggio, (con ritagli, forbici, colla e cartoncino), verranno gettate le basi fondamentali della composizione fotografica: la costruzione dell’immagine, la lettura della immagine e la veicolazione di un prefissato messaggio.

Obiettivi

  • Comprendere la valenza e il significato di un immagine,sperimentando forme espressive e comunicative inconsuete;
  • Prendere coscienza delle proprie capacità creative, inventive e comunicative;
  • Facilitare l’apprendimento della comunicazione attraverso l’immagine;
  • Realizzazione di una mostra collettiva a fine laboratorio.

Laboratorio multimediale
Creare un gruppo che lavori insieme alla scoperta dei linguaggi multimediali, fornendo l’opportunità di creare uno spazio di confronto e comunicazione fra pari e fra docenti e alunni, favorendo la socializzazione e la crescita.

Obiettivi

  • Promuovere lo sviluppo e l’utilizzo delle competenze informatiche;
  • Rendere i ragazzi capaci di creare un ipertesto e una ricerca sul web;
  • Consentire l’elaborazione di lavori multimediali e informatici mediante il ricorso alle nuove tecnologie, (blog, video,lavori di grafica, etc);
  • Realizzazione di lavori grafici e multimediali a fine laboratorio.

Laboratorio di scrittura creativa
L’apprendimento e la pratica continua della scrittura creativa possono quindi aiutare a sviluppare le capacità mentali che permettono all’adolescente di diventare più creativo e flessibile

Obiettivi

  • Apprendere le varie tecniche della descrizione, dell’espansione, del dialogo, del monologo, della suspense, dell’inserimento di un nuovo personaggio, del flash back del giro di vite, ecc.
  • Elaborazione di uno o più lavori a fine laboratorio.

4) Evento conclusivo e diffusione dei risultati

Al termine del progetto i lavori dei singoli laboratori verranno ad essere oggetto di un evento pubblico, allorquando verranno distribuiti materiali informativi in forma di opuscoli appositamente prodotti dai ragazzi in collaborazione con i docenti e gli operatori, flyer, preservativi, cartoline contenenti slogan dal linguaggio giovanile e finalizzati a scoraggiare l’assunzione di sostanze stupefacenti e comportamenti a rischio HIV.

I volontari dell’associazione saranno affiancati da alcuni esperti nel campo delle dipendenze per rispondere alle domande dei ragazzi contattati presso una postazione allestita ad hoc.

L’evento terminerà con un momento ludico ricreativo costituito da uno spettacolo per offrire ai giovani un esempio di divertimento collettivo, ma avulso da qualsiasi tipo di sostanza stupefacente. Inoltre saranno realizzati video e spettacoli da portare gratuitamente negli ospedali.

Dove Faremo:
Liceo Scientifico “E. De Nicola” Napoli, via E. A. Mario – Istituto Professionale “Giustino Fortunato” Napoli, vico Acitillo.

Quando Faremo:
A maggio presenteremo il progetto nelle scuole che hanno aderito ed inizieremo ad incontrare in un fase operativa gli studenti per avviarli ai laboratori, che saranno attivati e calendarizzati in accordo con il corpo docente a partire da settembre di questo anno.

Buon Viaggio! 🙂

CONTATTACI

compagnidiviaggioonlus@hotmail.com

335 6128394

COME PUOI AIUTARCI

FAI UNA DONAZIONE

Operiamo insieme una grande e profonda trasformazione culturale della nostra società.

Cambiamo la parola… umanizzazione

VUOI FAR PARTE DEL NOSTRO TEAM?

Per raggiungere i nostri obiettivi abbiamo bisogno anche del tuo aiuto! Potrai far parte di un gruppo di persone accomunate da un ideale sincero.

 TUTTI I NOSTRI PROGETTI

SHARING IS CARING

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per rendere la tua navigazione piacevole. Non utilizza cookie di profilazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su 'Maggiori Informazioni'. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi